Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

foto sabato DIMA FIHP 620X350
Al Campionato italiano Pattinaggio Gruppi Spettacolo e Sincronizzato di Reggio Emilia assegnati oggi i titoli Quartetti a Celebrity, Sincro Junior a Sincro Roller e Grandi Gruppi a Royal Eagle

Tre titoli tricolori nella città del tricolore, che non è uno scioglilingua bensì la sintesi più appropriata per descrivere uno straordinario sabato italiano di pattinaggio con valori di assoluta eccellenza mondiale.
Già perché oggi, terza giornata, si è entrati nel vivo con l’assegnazione di tre titoli pesanti – uno junior e due assoluti – in quest’edizione del Campionato italiano Gruppi Spettacolo e Sincronizzato – Coppa Risport che si tiene proprio a Reggio Emilia, la capitale del tricolore, la mamma della bandiera nazionale che qui ha preso forma 220 anni fa e che oggi celebra - essendo a sua volta celebrata - questa incredibile kermesse sportiva.
E nell’aria che si respira al Pala Bigi è tangibile la percezione di una perfetta integrazione tra storia e tradizione da una parte e spettacolo e sport dall’altra. Le performance, le musiche, i gesti, i trucchi e i costumi di questi incredibili campioni sui pattini sono uno spaccato senza tempo del nostro paese: un pezzo di quel made in Italy o, meglio, ‘prodotto italiano’ che tutti ci invidiano da sempre e che, con fierezza ed orgoglio, esportiamo con successo nel mondo, vincendo, nella fattispecie, come nessun’altro. Tutto ciò si traduce nella spontaneità di un gesto quando, al suono dell’Inno d’Italia, tutti gli atleti indistintamente quanto istintivamente cadenzano i pattini sulla pista al ritmo del ritornello, spettacolo nello spettacolo!
Prima gara della giornata e prime emozioni con i migliori quartetti italiani che si sfidano per conquistare la qualificazione ai prossimi mondiali, anche se il livello è talmente alto che sembra già di stare ai World Roller Games di Nanjing. Dapprima i Fashion Four (Bassano New Skate) con “Al chiaro di luna” e poi i Neovis (Sport Accademy Vale dei Casali RM/Patt. Divino Amore Insieme RM) con “L’altra parte di me” si susseguono al comando della gara, conquistando comunque entrambe un posto per la Cina.
Ma quando entrano in scena le quattro moschettiere del Celebrity non ce n’è per nessuno e non potrebbe essere diversamente contro il Quartetto campione italiano e del mondo in carica. Michela Mezzari, Cinzia Roana, Francesca Roncelli, qui orfane della pluricampionessa mondiale Paola Fraschini (scritturata nel Cirque du Soleil come artista-ambasciatrice del pattinaggio spettacolo) sostituita degnissimamente dalla campionessa della solo dance Dalila Laneve, hanno sbaragliato la concorrenza con il loro travolgente e colorato invito “Dance with me!”, raccolto con incredibile entusiasmo dai 4000 in tripudio sugli spalti: ispirata ai musical degli anni ’50 è stata una perfetta trasposizione cinematografica di ‘La La Land’ che sicuramente ad Hollywood sarebbe valso la settima statuetta dell’Oscar per il film.
A cavallo dei due titoli assoluti abbiamo assistito alla gara dei Gruppi Sincro categoria Junior. Nulla va dato per scontato nello sport ma in questo caso è stato rispettato fedelmente il pronostico i cui favori andavano ai campioni uscenti – più che uscenti stratificati, visto che è il quinto titolo consecutivo che conquistano - del Sincro Roller di Calderara. In un derby tutto locale hanno avuto la meglio con “Hungarian” sui cugini del Precision Team di Albinea che hanno interpretato “Hungarian Dance” superando sul podio il Monza Precision Team autore di “Juliet”.
Il gran finale dei Grandi Gruppi è stato introdotto dalle premiazioni delle due gare del pomeriggio effettuate dal Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonacini che, entusiasta dell’evento, ha elogiato la perfetta organizzazione e la spettacolarità delle competizioni anticipando, è questa è una buona notizia, che per il 2018 prevedrà uno stanziamento di 20 milioni di euro per i cosiddetti sport minori da investire nell’impiantistica regionale.
Come detto la chiusura è dei Grandi Gruppi con una ‘valanga’ di atleti che scendono in pista nell’ultima gara della giornata con i team del nord est, anche qui, a farla da padroni.
Forse un po’ inaspettatamente il New Age Pattinaggio artistico Trissino (VI) con “Lo stagista” fa una piccola magia che lo tiene in testa alla classifica per buona parte della gara, finendo comunque terzo, posizione che gli vale il mondiale.
Per il gradino più alto del podio è un testa a testa che fa trattenere il fiato a casa e sugli spalti. Diamante Pattinaggio Fiumicello UD con il suo “The producer” sa creare il più bel musical mai visto non così bello però da potersopraffare il Royal Eagle Skating Club Don Bosco TV che con “Ho perso la testa” fa davvero perdere la testa, seppur di un soffio, ad avversari e pubblico. Manca la testa ma resta il collo dover poter infilare la medaglia d’oro ed il titolo tricolore, raggiunto per il terzo anno consecutivo come nessuno mai prima.
Domenica giornata di chiusura con i fuochi d’artificio delle gare Sincro e Piccoli Gruppi dove rivedremo i due team che hanno conquistato il titolo iridato ai recenti mondiali di Novara.
Tutto l’evento è ripreso in diretta streaming sulla FihpTv mentre la Rai prevede la trasmissione sui propri canali Raisport di una sintesi differita con le più belle immagini delle gare.
Segui sul sito e sui social Fihp tutte le gare, guarda qui tutti i risultati e consulta il sito ufficiale della manifestazione per le info.

 

logo1-fihplogo2-fihpfirsnlogo4-fihp